METODO NEURO-IMMUNO-CONNETTIVALE

metodo nicIl metodo neuro-immuno-connettivale prende spunto tecnico dalla tecnica manuale messa a punto in Svizzera decenni or sono (metodo Furter).

Questo può essere orientato su due versanti, il primo dei quali più ovvio e comprensibile:

  • Il versante “puramente” organico. Da qui parte, per esempio, il segnale che mantiene vivo un dolore alla spalla o uno spasmo intestinale (disattivabili con la manipolazione).
  • Il versante intellettivo o psico-affettivo.

L’apprendimento posturale viene confermato dal lavoro individuale.

La memoria di eventi disturbanti il benessere viene conservata anche grazie ad alcune modificazioni chimico-fisiche indotte nei tessuti superficiali, perlopiù in vicinanza del luogo dove si è consumato il danno. In un traumatismo psichico, per esempio, se la paura ha fatto mancare il fiato sarà il petto a rimembrare l’esperienza; mentre in un problema corporeo come una gastroenterite neonatale sarà la regione addominale a serbare la memoria della sofferenza (manteniamo quest’assurda distinzione tra corpo e mente per sola comodità didattica, rammentando che non corrisponde alla realtà).

Una volta consolidatasi, una certa memoria continuerà ad esplicare il suo effetto disturbante. Per esempio, la memoria della gastroenterite farà sì che, anche nella vita adulta, quell’ex bambino col mal di pancia non possa mangiare nulla fuori dal comune, o in orari differenti da quelli abituali, o stando al freddo (piuttosto che al caldo), perché quel minimo segnale di disturbo ri-scatenerà nell’organismo sempre quella patologia primordiale.

La tecnica, molto semplice una volta che se ne sono acquisiti i principi di base, consiste nel mettere in difficoltà meccanica queste strutture patologiche, scompaginandone l’organizzazione interna come solo una manipolazione energica può fare.

Dopo qualche minuto già si avverte un cambiamento. Il più delle volte, durante questo breve lasso di tempo, il cliente avrà ri-sperimentato il problema stesso per cui il trattamento viene effettuato, come nel caso della crisi di panico descritta in un capitolo precedente. Il fenomeno è spiegabile proprio considerando che la salienza sottocutanea è il serbatoio d’informazione patologica, al quale l’organismo attinge quando le condizioni generali lo esigono.

Docente

dr. Mario FRUSI
medico docente ECM, esperto in fitoterapia, omeopatia, tecniche manipolative approccio psicologico/posturale..

Diventa socio Genesis.

 

Allegati:
Scarica questo file (corso_neuro_immuno_connettivale_2018_sito.pdf)Scarica la brochure255 kB

Stampa